20 Settembre 2021

NUOVA PSICOLOGIA

Nuova psicologia tra mente e cervello

Scopri se sei Depresso e se hai sintomi depressivi: ECCO IL TEST

depressione

depressione

La Depressione è il disturbo psicopatologico più diffuso. Secondo dati ISTAT una persona su 15 è affetta da depressione, più di 350 milioni di persone in tutto il mondo, e oltre il 21% della popolazione nel corso della vita ha avuto sintomi depressivi. A questo ovviamente vanno aggiunte le problematiche correlate, le forme subcliniche, i costi che comportano per la sanità pubblica, l’impatto familiare,… Per non parlare del rischio suicidario e dei circa 800.000 suicidi l’anno (la maggior parte avvengono nei paesi più poveri e l’età è compresa tra i 14 e i 45 anni), con un notevole aumento dei casi negli ultimi 4 anni. Ma quando si può parlare di Depressione o di sintomi depressivi?


Depressione e sintomi depressivi

Si parla di Disturbo Depressivo quando la problematica del soggetto intacca le varie aree della sua vita, come quella scolastica, lavorativa e sociale. Mentre se la sintomatologia risulta essere più lieve ci si riferisce a sintomi depressivi che però non raggiungono una gravità tale per poter fare diagnosi.

Secondo quanto definito dal manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) il disturbo da depressione maggiore (DM) è caratterizzato dalla presenza di umore depresso e/o perdita di interessi, in aggiunta ad ulteriori sintomi fisiologici e psichici. Questi soggetti devono riportare almeno un sintomo tra:

  1. Umore depresso: risultano tristi, privi di speranze per il futuro, si sentono spenti.
  2. Perdita di interessi: sono poco o per nulla interessati ad hobby e non percepiscono divertimento nello svolgere le attività.

Sono inoltre richiesti altri criteri tra cui: significativo aumento o perdita di peso o appetito; insonnia o ipersonnia; agitazione o rallentamento psicomotorio; senso di fatica o perdita di energie; senso di svalutazione o di colpa (svalutazione del proprio valore, sentimenti di colpa, ruminazioni); difficoltà di concentrazione (fanno fatica a concentrarsi, a pensare, si distraggono facilmente); pensieri ricorrenti di morte (questi soggetti possono avere ideazione suicidaria, ideazione di un piano specifico per commettere suicidio, o tentativi di suicidio).

Questo disturbo è inoltre spesso caratterizzato da comportamenti caratteristici come: frequenti crisi di pianto, irritabilità, ruminazioni ossessive, fobie, eccessive preoccupazioni per la salute fisica e disturbi psicosomatici. Inoltre, è frequentemente associato a stati di ansia elevata.


Beck Depression Inventory-II (BDI-II)

Tra gli strumenti clinici principalmente usati per la valutazione dei livelli di Depressione vi è il Beck Depression Inventory-2. Esso è composto da 21 quesiti che consentono di valutare l’intensità della depressione in pazienti clinici e nella popolazione normale. Ciascun quesito consta in un elenco di quattro affermazioni disposte in ordine crescente di gravità riguardanti uno specifico sintomo depressivo. Ad ogni singola risposta viene assegnato un punteggio. La somma dei punteggi ottenuti ai singoli quesiti fornisce un punteggio totale generale che indica il livello di gravità della sintomatologia depressiva.

Punteggi da 1 a 10 indicano livelli depressivi normali. Punteggi da 11 a 16 rappresentano lievi disturbi dell’umore; da 17 a 20 la presenza di una Depressione clinica borderline; da 21 a 30 di Depressione moderata; da 31 a 40 di Depressione grave e oltre 40 di Depressione estrema.

Inoltre, è possibile ricavare altri 2 tipi di punteggi, i quali forniscono informazioni riguardanti il livello somatico affettivo e sugli aspetti cognitivi. Infine, è importante indagare le risposte fornite alle singole domande.


Clicca qui per vedere il TEST


Bibliografia

  • American Psychiatric Association. (2013). Diagnostic and statistical manual of mental disorders (DSM-5®). American Psychiatric Pub.
  • Beck A, Steer R, Brown G. Beck Depression Inventory. Second ed San Antonio, TX, E.U.: Psychological Corporation; 1996
  • Liliana Dell’Osso,Antonio Vita,Armida Mucci (2018). Manuale di clinica e riabilitazione psichiatrica. Dalle conoscenze teoriche alla pratica dei servizi di salute mentale. Vol. 1: Psichiatria clinica. Giovanni Fioriti Editore. EAN: 9788898991792
  • Sanz J. La adaptación española del Inventario de Depresión de Beck-II (BDI-II): Consejos para su utilización en investigación y en la práctica clínica. V Congreso Internacional y X Nacional de Psicología Clínica, Universidad Complutense, Madrid. 2011. Availablefrom: http://www.pearsonpsychcorp.es/archivos/13373230291.pdf
  • Wang Y, Gorenstein C. Psychometric properties of the Beck depression inventory-II: a comprehensive review. Revista Brasileira de Psiquiatria.2013; 35(4): 416–431. doi: 10.1590/1516-4446-2012-1048
  • 13° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione: http://www.censis.it/7?shadow_comunicato_stampa=121073

Autore: Davide Bertelloni

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com