Pedofilia acquisita e tumore orbito-frontale destro: studi fMRI e casi clinici

Orbifontale

Alcuni lavori in letteratura definiscono la relazione tra discontrollo degli impulsi e l’efficienza della corteccia prefrontale nell’inibizione dell’iper-attivazione dell’amigdala. Uno studio molto interessante di Burns et al. (2003), ha confermato tale ipotesi in relazione alla messa in atto di comportamenti sessuali pedofili. Nello specifico si è voluto analizzare un particolare caso clinico.
Un giovane insegnante di scuola viveva con la compagna e la figlia. Ad un certo punto, improvvisamente, inizia ad avere comportamenti pedofili verso la bambina. Quindi viene denunciato dalla compagna e portato in una clinica. La sera prima di andare in tribunale accusa un terribile mal di testa e la risonanza magnetica troverà una grossa massa tumorale a livello della corteccia orbitofrontale. Esami neurologici hanno inoltre individuato problematiche come aprassia costruttiva e agrafia. I sintomi comportamentali e i deficit costruttivi, incluso l’agrafia, si sono risolti dopo la resezione del tumore. L’individuo torna quindi a convivere con la compagna e il tutto torna alla normalità. Dopo due anni ripresenta comportamenti sessuali verso la bambina, parallelamente si scoprì che il tumore era ricresciuto esattamente nello stesso punto. Una seconda resezione porterà il soggetto ad annullare nuovamente i propri comportamenti disfunzionali.
Questo caso ci consente di osservare come anomalie orbitali possano essere associate a scarso controllo degli impulsi, comportamento sessuale alterato e sociopatia. In questo caso la presenza di un tumore a livello orbito-frontale destro ha comportato l’incapacita di inibire le pulsioni sessuali nonostante la conoscenza morale conservata.
Un altro studio di Yoshikazu Kusano et al. (2012), ha descritto il caso di una donna la quale presentava comportamenti inerenti alla sindrome da Kluver-Bucy in seguito alla comparsa di un edema cerebrale, causato da un aneurisma, il quale comprimeva le aree prefrontali a livello orbitale. Ancora una volta si osserva come tale area sia implicata nel controllo della regolazione emotiva e degli impulsi, e quindi come comportamenti di carattere sessuale e sociopatico siano associati a modificazioni neurali.


Bibliografia e Sitografia

Burns, J. M., & Swerdlow, R. H. (2003) Right orbitofrontal tumor with pedophilia symptom and constructional apraxia sign. Archives of Neurology, 60, 437–440.

Kusano, Y., Horiuchi, T., Tanaka, Y., et al. (2012) Transient Kluver-Bucy syndrome caused by cerebral edema following aneurysmal subarachnoid hemorrhage. Clinical Neurology and Neurosurgery, 114, 294–296. doi:10.1016/j.clineuro.2011.10.027

Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (2008) Sindrome di Kluver-Bucy. http://www.treccani.it/enciclopedia/sindrome-di-kluver-bucy_%28Enciclopedia-della-Scienza-e-della-Tecnica%29/

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com