31 Luglio 2021

Neuroscienze e Psicologia su Mente e Coscienza – NPMC.IT

Neuroscienze e Psicologia su Mente e Coscienza – NPMC.IT

Lowenstein Communication Scale (LCS) per la valutazione dei pazienti con Minima Coscienza

LCS

LCS

La Lowenstein Communication Scale (LCS) è uno strumento nato con l’intento di discriminare soggetti con stato vegetativo da soggetti con minima coscienza. Come è noto in letteratura gli errori nelle diagnosi di queste due condizioni sono decisamente molto alti, circa il 40%, e questo rende il decorso ancora più travagliato. Alla luce di quanto riportato la LCS si rivela una scala molto utile.


Essa discrimina 5 principali funzioni:

  • Mobilità: comprende le capacità motorie di comunicazione con l’ambiente circostante;
  • Respirazione: indica le capacità di respirazione autonoma e vocalizzazione;
  • Risposte visive: considera l’uso del canale verbale per comunicare, ma anche la comprensione di contatti e reazioni con l’ambiente circostante;
  • Comprensione verbale: risposta ai rumori o alla voce umana, produzione di semplici sequenze verbali;
  • Comunicazione: questa funzione indaga le capacità di comunicazione verbale: linguaggio e abilità di articolare le parole, nonché la qualità del messaggio; comunicazione attraverso movimenti o strumenti.

Ciascuna delle 5 funzioni è suddivisa in 5 parametri che consentono di definire un punteggio che va da 0 “non risponde”  a 4 “risposta totalmente appropriata”. Ciascuna scala offre quindi un punteggio totale massimo di 20 punti. La somma dei punteggi alle singole scale offre un profilo globale di funzionamento del soggetto (con punteggi da 0 a 100).

Il costrutto teorico di questa scala è orientato alla valutazione delle abilità di comunicazione come presenza di coscienza, per questo motivo non tiene conto di altri segni che possono classificare in modo affidabile il paziente come responsivo. La LCS incontra un limite consistente nella valutazione di pazienti afasici, perciò si consiglia l’uso di questo strumento solo nei casi in cui l’afasia può essere esclusa in modo chiaro.


Bibliografia

Borer-Alafi, N., Gil, M., Sazbon, L., & Korn, C. (2002). Loewenstein communication scale for the minimally responsive patient. Brain Injury16(7), 593-609.


Autore: Davide Bertelloni

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com