21 Ottobre 2021

NUOVA PSICOLOGIA

Nuova psicologia tra mente e cervello

Levels of Cognitive Functioning Assessment Scale (LOCFAS): caratteristiche e download della scala

Glasgow Coma Scale (GSC)

Glasgow Coma Scale (GSC)

Le lesioni cerebrali acquisite (ABI) sono un’importante condizione clinica, che interessa ogni anno oltre un milione di persone in Europa e circa 100.000 individui in Italia. Le ABI comportano implicazioni cliniche, sociali ed economiche di alto rilievo, tra le quali: costi elevati, disabilità cronica, distress familiare,… E’ necessario quindi intervenire tramite un’efficace assessment delle funzionalità cognitive del paziente, per poi impostare un programma di riabilitazione personalizzato che consenta di massimizzare la recovery.

Per questo motivo è stata sviluppata la Levels of Cognitive Functioning Assessment Scale (LOCFAS), ovvero uno strumento che consente l’assessment delle funzioni cognitive per pazienti in fasi post-coma. Questa scala nasce dalla Rancho Level of Cognitive Functioning Scale (LCFS) e ne approfondisce ed integra alcuni aspetti fondamentali.


Caratteristiche dello strumento

La LOCFAS si basa sull’osservazione comportamentale delle interazioni dei pazienti con l’ambiente che li circonda, sia in presenza che in assenza di stimoli. Essa consente di valutare il livello di funzionamento cognitivo del soggetto fornendo una descrizione dettagliata di esso e del relativo recupero, è quindi una misura dei progressi del paziente nel primo periodo post-acuto. La scala è composta da 9 livelli, posti in ordine gerarchico. Ogni livello consente di valutare diversi ambiti:

  • L’attenzione per l’ambiente
  • Le risposte agli stimoli
  • Il comportamento
  • L’elaborazione delle informazioni
  • L’esecuzione di comandi
  • La consapevolezza di sé
  • L’orientamento nel tempo
  • La capacità di svolgere attività per la cura di sé
  • La capacità di apprendere nuove informazioni

Durante la valutazione, il valutatore controlla gli elementi che il paziente è in grado di soddisfare per ogni livello della scala. Il paziente rientra quindi nel livello in cui soddisfa maggiori risposte. Tuttavia, è possibile che esso sia in grado di rispondere a singoli elementi del livello inferiore o superiore.

I miglioramenti del soggetto si osservano grazie alla progressione tra i livelli della scala di valutazione, ma anche tramite l’aumento della percentuale di saturazione di quel livello (ovvero il numero di elementi soddisfatti in un livello / il numero totale di elementi di quel livello).


Di seguito si riporta il link alla scala nella versione italiana:

Galeoto, G., Turriziani, S., Berardi, A., Sansoni, J., Santilli, V., Mascio, M., & Paoloni, M. (2020). Levels of Cognitive Functioning Assessment Scale: Italian cross-cultural adaptation and validation. Ann Ig32(1), 16-26.


Autore: Davide Bertelloni

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com