2 Marzo 2021

Neuroscienze e Psicologia su Mente e Coscienza – NPMC.IT

Neuroscienze e Psicologia su Mente e Coscienza – NPMC.IT

Assessment e riabilitazione per pazienti in stato vegetativo e minima coscienza con la SMART

states of consciousness

states of consciousness

La Sensory Modality Assessment and Rehabilitation Technique (SMART) è stata sviluppata presso il Royal Hospital per neuro-disabilità a Londra. La SMART è nata come strumento di valutazione per il trattamento di pazienti in stato vegetativo e minima coscienza e fornisce una valutazione graduata delle risposte sensoriali, motorie e comunicative del paziente. Si tratta di un programma di “istigazione” che vuole sollecitare risposte positive e significative nel soggetto. Inoltre, essa è composta da due parti, una formale e una informale. La componente formale consiste nella valutazione sensoriale e comportamentale del soggetto, mentre quella informale si avvale di informazioni fornite da familiari e/o da chi si prende cura del paziente, in particolare in merito al comportamento, interessi, antipatie,…

Nello specifico, la componente formale consiste nell’osservazione del comportamento riflesso, spontaneo ed intenzionale, che il valutatore osserva in silenzio nei 10 minuti precedenti l’inizio della valutazione sensoriale. Quest’ultima nasce dai parametri della Glasgow Coma Scale (GCS) e consiste nell’osservazione di 8 modalità SMART: visiva, uditiva, tattile, olfattiva, gustativa, motoria, comunicazione funzionale e veglia/sonno. Nello specifico la SMART conta 29 tecniche standardizzate, ciascuna delle quali segue specifiche istruzioni scritte. In questo modo si possono valutare i comportamenti dei pazienti, definire lo stato attuale ed i loro possibili miglioramenti.

La SMART consiste nella valutazione del soggetto su una scala a 5 punti che va da: nessuna risposta (1) a risposta discriminante (5). La valutazione si svolge in dieci sessioni in un periodo da una a tre settimane. Tale tempistica consente di definire se le risposte osservate sono coerenti e ripetibili. Una risposta viene considerata coerente se ripetuta nello stesso modo per 5 valutazioni consecutive. Perciò si può ottenere un punteggio SMART totale, il quale viene determinato dalla somma dei punteggi riscontrati nelle 8 diverse modalità. Tuttavia, risulta informativo anche analizzare il livello, la frequenza e la coerenza delle risposte fornite dal soggetto nelle 10 sessioni per ciascuna delle modalità indagate. Perciò la SMART fornisce dati quantitativi ma anche qualittativi. Infine, la SMART consente il monitoraggio nel tempo del paziente ed è sensibile a piccoli cambiamenti.


Bibliografia:

Gill-Thwaites H, Munday R. The Sensory Modality Assessment and Rehabilitation Technique (SMART): a valid and reliable assessment for vegetative state and minimally conscious state patients. Brain Inj. 2004 Dec;18(12):1255-69. doi: 10.1080/02699050410001719952. PMID: 15666569.


Autore: Davide Bertelloni

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com